MADE4LO – Metal ADditivE for LOmbardy


Trasformazione digitale e innovazione condivisa sono i pilastri di MADE4LO: due ingredienti della rivoluzione 4.0 che renderanno l’industria metallurgica lombarda più competitiva.

MADE4LO
Una fabbrica “diffusa” per lo sviluppo delle tecnologie di stampa 3D dei metalli completamente made in Lombardia: questo è l’obiettivo di Metal ADditivE for LOmbardy (MADE4LO).

Il progetto nasce grazie a una rete di eccellenze del territorio lombardo che hanno deciso di condividere le loro competenze, il know-how e le risorse per gestire l’intero ciclo produttivo dei metalli attraverso l’Additive Manufacturing, una delle tecnologie abilitanti dell’Industria 4.0.

La partnership coinvolge il Politecnico di Milano, l’Università di Pavia, le grandi aziende BLM e GF Machining Solutions, e le PMI TTM Laser, 3D-NT, GFM, Fubri, Co. Stamp e Officine Meccaniche G. Lafranconi. La squadra è  coordinata da Tenova, società multinazionale del Gruppo Techint specializzata nello sviluppo di soluzioni innovative per l’industria metallurgica e mineraria.

MADE4LO ha una durata complessiva di 30 mesi e prevede un investimento di 6,6 milioni di Euro, con un contributo da parte di Regione Lombardia – nell’ambito degli Accordi per la ricerca e l’innovazione – a fondo perduto di 3,5 milioni stanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.

Il progetto si inserisce nell’ambito dell’Associazione Fabbrica Intelligente, il Cluster Tecnologico voluto dalla Regione Lombardia per sviluppare una strategia basata sulla ricerca e sull’innovazione del settore manifatturiero italiano. MADE4LO rappresenta un’alleanza lombarda in una filiera che vanta competenze sviluppate sulle tecnologie tradizionali, ma con la necessità di fare sistema per tenere il passo con la competizione mondiale.

Grazie a questo progetto pilota, si costituirà nuovo modello di fabbrica ‘di rete’, basato sulla conoscenza diffusa e applicata dei nuovi processi di stampa 3D, su processi e infrastrutture condivisi da diversi soggetti della filiera e su un’intensa attività di formazione del personale tecnico.

Attraverso il progetto, il Gruppo di Meccanica Computazionale e Materiali Avanzati dell’Università di Pavia si sta occupando, lavorando in stretta sinergia con gli specifici partner industriali e di ricerca coinvolti, della simulazione e/o ottimizzazione topologica dei seguenti casi studio:
  1. Tubo di scarico per motoveicolo ad alte prestazioni (Partner: Lafranconi Silenziatori)
  2. Scambiatore/recuperatore di calore industriale (Partner: TENOVA)
  3. Ugello per processo di stampa 3D con teconologia Direct Energy Deposition (Partner: Politecnico di Milano)
  4. Processo di stampa 3D a letto di polvere (Partner: Politecnico di Milano)
FINANZIATORE