COMUNICAZIONE VERBALE E LINGUAGGIO DEI MEDIA
Stampa
Anno immatricolazione
2019/2020
Anno offerta
2019/2020
Normativa
DM270
SSD
L-LIN/01 (GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI
Corso di studio
COMUNICAZIONE, INNOVAZIONE, MULTIMEDIALITÀ
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Anno di corso
Periodo didattico
Primo Semestre (30/09/2019 - 16/12/2019)
Crediti
9
Ore
54 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
Italiano
Tipo esame
SCRITTO
Docente
JEZEK ELISABETTA (titolare) - 6 CFU
CAPONETTO LAURA - 3 CFU
Prerequisiti
Nozioni elementari di grammatica acquisite nei corsi di studi superiore, che verranno comunque richiamate all'inizio del corso.
Obiettivi formativi
Gli studenti acquisiranno conoscenze dei principali temi e problemi della semantica e della pragmatica della comunicazione verbale.
Gli studenti svilupperanno la capacità di applicare nozioni della linguistica all'analisi critica del linguaggio dei media.
Programma e contenuti
La prima parte del corso sarà dedicata all’introduzione delle categorie utili per lo studio della lingua dal punto di vista dei significati che esprime, e fornirà gli strumenti teorici e generali per affrontare l’analisi semantica dei testi. L’attenzione si concentrerà sui seguenti aspetti: l'informazione contenuta nelle parole; la variazione del significato nel contesto; ambiguità, polisemia e vaghezza; tipi e classi di parole; metafora e metonimia; neologismi e creatività linguistica.
La seconda parte del corso approfondirà nozioni di pragmatica, la disciplina che studia gli usi del linguaggio in contesti comunicativi concreti. Si indagheranno la distinzione tra comunicazione esplicita e implicita; la relazione tra linguaggio e contesto pragmatico; usi e abusi delle presupposizioni; regole di cortesia e “faccia” dei parlanti. Si volgerà inoltre lo sguardo al dibattito contemporaneo prendendo in esame il fenomeno dell'“ingiustizia discorsiva”, secondo cui l’identità sociale dei parlanti – genere, etnia, orientamento sessuale, ecc. – può influire negativamente (e ingiustamente) sulle loro capacità d’azione comunicativa.
Nella terza parte del corso, di carattere laboratoriale e rivolto all'analisi del linguaggio dei media, saranno introdotti diversi ambiti della comunicazione in televisione (intervista politica, spot pubblicitari, talent show).
Metodi didattici
Lezioni frontali interattive.
Slides.
Esercitazioni.
Testi di riferimento
Il materiale bibliografico di riferimento è il seguente:

Bianchi Claudia, 2003, Pragmatica del Linguaggio, Roma-Bari: Laterza (capp. I, II (sezioni 1,2 e 4), III).
Jezek Elisabetta 2011 (2a ed.). Lessico. Classi di parole, strutture, combinazioni. Bologna: Il Mulino (capp. I, II, III (paragrafi 1 e 2), V).
Kendon, Adam 1997. “Gesture”. Annual Review of Anthropology, 26 (pp. 109-128). Disponibile nel sito del corso sulla piattaforma KIRO.

Letture facoltative:

Austin, John, “Come agire con le parole”, in Gli atti linguistici, a cura di M. Sbisà, Feltrinelli, Milano 1978, pp. 61-80.
Grice, Paul, “Logica e conversazione”, in Id., Logica e conversazione. Saggi su intenzione, significato e comunicazione, tr. it. di G. Moro, Bologna, Il Mulino 1993, pp. 55-76.
Modalità verifica apprendimento
L'esame consiste in una prova scritta con quesiti sulle nozioni introdotte durante il corso e in un breve elaborato in cui è riporata l'analisi di uno spezzone televisivo a scelta, simile a quelli analizzati in classe per formato, utilizzando una guida schematica fornita a lezione.

La prova scritta e’ composta da tre moduli:

Modulo 1: bibliografia e slides Lessico e Semantica (3 domande a scelta tra 5)

Modulo 2: bibliografia e slides Pragmatica (3 domande a scelta tra 5)

Modulo 3: elaborato

I quesiti del modulo 1 e 2 richiedono risposte brevi e precise. Anche la capacità di sintesi contribuisce alla valutazione positiva. Gli esempi forniti devono essere originali e non corrispondere a esempi presenti nei libri di testo e/o nel materiale di lezione.
Altre informazioni
Tutto il materiale didattico è disponibile sul portale della didattica KIRO (accesso con credenziali di Ateneo).