LINGUA GIAPPONESE 1
Stampa
Anno immatricolazione
2019/2020
Anno offerta
2020/2021
Normativa
DM270
SSD
L-OR/22 (LINGUE E LETTERATURE DEL GIAPPONE E DELLA COREA)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI
Corso di studio
SVILUPPO ECONOMICO E RELAZIONI INTERNAZIONALI
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Anno di corso
Periodo didattico
Secondo Semestre (01/03/2021 - 28/05/2021)
Crediti
6
Ore
40 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
Italiano
Tipo esame
SCRITTO E ORALE CONGIUNTI
Docente
PANCINI ANDREA (titolare) - 6 CFU
Prerequisiti
Non è richiesta alcuna conoscenza pregressa della lingua giapponese.
Obiettivi formativi
Alla fine del primo modulo lo studente raggiungerà un livello di competenza linguistica principiante (A1.1) secondo gli standard del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue.
Programma e contenuti
Studio dei sillabari fonetici e di 60 kanji circa. Studio del lessico e delle strutture di base per potersi presentare, esprimere preferenze, descrivere la propria vita e la propria giornata.
Metodi didattici
Approccio comunicativo
Testi di riferimento
Manuale: Eri Banno, GENKI I: An Integrated Course in Elementary Japanese, Japan Times, Seconda Edizione, 2011. (Lez. 1-6)
Eserciziario: Eri Banno, GENKI I: An Integrated Course in Elementary Japanese Workbook, Japan times, Seconda Edizione, 2011. (Lez. 1-6)
Grammatica per la consultazione: Seiichi Makino, A Dictionary of Basic Japanese Grammar, Japan Times, 1991.
Modalità verifica apprendimento
L’esame consiste in una prova scritta e in una prova orale. E' possibile sostenere l'orale solo previo superamento dello scritto. Nel caso di gravi insufficienze nella parte scritta o orale (punteggio di 16 o inferiore), lo studente non potrà ripetere l'esame nell'appello immediatamente successivo.
Altre informazioni
Il corso si articola in due moduli, Giapponese I (secondo semestre) e Giapponese II
(primo semestre) da sei crediti ciascuno. E’ previsto anche un terzo modulo facoltativo,
Giapponese III (secondo semestre) da sei crediti.

N.B. E' necessaria una frequenza costante alle lezioni e alle ore di attività didattica integrativa con il docente madrelingua per superare l'esame con profitto.