PREPARAZIONE DI ESPERIENZE DIDATTICHE
Stampa
Anno immatricolazione
2018/2019
Anno offerta
2019/2020
Normativa
DM270
SSD
FIS/08 (DIDATTICA E STORIA DELLA FISICA)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI FISICA
Corso di studio
SCIENZE FISICHE
Curriculum
Didattica e storia della fisica
Anno di corso
Periodo didattico
Primo Semestre (30/09/2019 - 17/01/2020)
Crediti
6
Ore
48 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
Italiano o in Inglese su richiesta (insegnamento English friendly - http://fisica.unipv.it/dida/English-friendly-programme.pdf)
Tipo esame
ORALE
Docente
Prerequisiti
Conoscenze di base di meccanica, termodinamica ed elettromagnetismo, come vengono fornite dai corsi della laurea triennale in Fisica e in Matematica
Obiettivi formativi
Il corso si propone di introdurre gli studenti all'utilizzo del laboratorio nel l'insegnamento/apprendimento della fisica, fornendo esempi di approcci, metodologie didattiche e strumenti innovativi.
Programma e contenuti
Partendo dai risultati della ricerca in didattica della fisica, gli studenti sono guidati nella progettazione e realizzazione di esperienze di laboratorio a livello di scuola secondaria. Viene proposto l'uso di strumenti didattici innovativi che permettono di coinvolgere gli studenti nell'approfondimento di concetti base di fisica partendo da attività di tipo sperimentale. Esempi significativi di tali strumenti sono i dispositivi MBL (Microcomputer-Based Laboratory), software per l’analisi di video come Tracker, programmi di simulazione e modellizzazione come Algodoo, di implementazione di multimedia e di costruzione di mappe concettuali.Vengono analizzate proposte di lavoro elaborate da gruppi di ricerca in didattica e storia della fisica tenendo conto dei risultati di studi sulle rappresentazioni mentali spontanee e sui nodi concettuali documentati in letteratura. Le esperienze proposte riguardano temi di meccanica, termodinamica, elettromagnetismo e l’introduzione alla fisica quantistica e alcune di esse prevedono la ricostruzione di esperienze storiche significative.
Metodi didattici
Attività sperimentali condotte dagli studenti in piccoli gruppi, con l'uso di schede di lavoro, di tutorial e di mappe concettuali.
Progettazione e realizzazione autonoma di esperimenti e di simulazioni con l'utilizzo di strumentazione a basso costo o di uso comune, come gli smartphone.
Testi di riferimento
Arnold B. Arons, Guida all'insegnamento della fisica, Zanichelli, 1992.

Ugo Besson, Didattica della fisica, Carocci editore, Roma, 2015

Matilde Vicentini e Michela Mayer, Didattica della fisica, La Nuova Italia, 1996.

Olivier Darrigol, Electrodynamics from Ampere to Einstein, Oxford University Press, 2002.
Modalità verifica apprendimento
Esame orale. A partire da una discussione delle relazioni e delle mappe concettuali prodotte dagli studenti sulle attività svolte durante il corso, si valutano le conoscenze disciplinari acquisite e la capacità di utilizzarle nella realizzazione di esperienze rivolte a studenti di scuola secondaria.
Altre informazioni
Esame orale. A partire da una discussione delle relazioni e delle mappe concettuali prodotte dagli studenti sulle attività svolte durante il corso, si valutano le conoscenze disciplinari acquisite e la capacità di utilizzarle nella realizzazione di esperienze rivolte a studenti di scuola secondaria.