PALEONTOLOGIA
Stampa
Anno immatricolazione
2018/2019
Anno offerta
2018/2019
Normativa
DM270
SSD
GEO/01 (PALEONTOLOGIA E PALEOECOLOGIA)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA E DELL'AMBIENTE
Corso di studio
SCIENZE GEOLOGICHE
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Anno di corso
Periodo didattico
Secondo Semestre (04/03/2019 - 14/06/2019)
Crediti
9
Ore
72 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
Italiano
Tipo esame
ORALE
Docente
COBIANCHI MIRIAM (titolare) - 9 CFU
Prerequisiti
Il corso di Paleontologia prevede che gli studenti abbiano già seguito il corso di Introduzione alla
Geologia.
Obiettivi formativi
L’insegnamento si propone di fornire allo studente i principi base di paleontologia ed in
particolare la comprensione del significato dei fossili e del loro utilizzo nelle Scienze della Terra. Vengono altresì fornite
le competenze necessarie al riconoscimento e determinazione di invertebrati fossili ad alto significato biostratigrafico, dei
principali gruppi di Protisti fossili e delle principali rocce organogene, con particolare attenzione al ruolo svolto dagli
organismi nella loro genesi.
Programma e contenuti
Lezioni frontali
Introduzione al corso, definizione di paleontologia e di fossile. Definizione di biosfera e di sistema esogeno. Il percorso
metodologico: attualismo e uniformismo. Il contesto temporale: il tempo in geologia, cronologia relativa e assoluta.
Processi tafonomici: biostratinomia, seppellimento e fossilizzazione in s.s. Le fossilizzazioni eccezionali e speciali, i
principali giacimenti fossiliferi di conservazione e di concentrazione. Il significato dei fossili: paleobiologico,
paleoambientale, stratigrafico e litogenetico. Concetti base di paleoecologia; classificazione sulla base dei popolamenti
dell’ambiente marino. Principi di stratigrafia con particolare riguardo alla biostratigrafia. Le categorie tassonomiche; la
specie biologica e paleontologica; l’origine della specie. L’origine della vita e le principali tappe evolutive. Sistematica
degli Invertebrati: Poriferi, Archeociatidi, Celenterati, Briozoi, Brachiopodi, Lamellibranchi, Gasteropodi, Cefalopodi,
Artropodi, Echinodermi e Graptoliti. Cenni sui Protisti: Foraminiferi, Nannofossili calcarei, Calpionellidi, Radiolari,
Diatomee. Cenni sui Palinomorfi. Classificazione delle rocce organogene.

Esercitazioni
Analisi e riconoscimento macroscopico di campioni di fossili e di rocce organogene, datazione e interpretazione
paleoambientale di “log” stratigrafici sulla base del contenuto paleontologico.
Metodi didattici
Il corso si compone di lezioni frontali, esercitazioni di laboratorio ed escursioni sul terreno. Gli studenti sono tenuti a preparare per gruppi un power point che viene presentato da loro durante l'ultima lezione su argomenti di carattere paleontologico.
Testi di riferimento
1 - Allasinaz A. (2005) –
Paleontologia generale e sistematica degli Invertebrati. Universitas.

2 - Benton M.J. and Harper A.T. (2013) –
Paleobiology and the Fossil Record. Wiley-Blackwell.
Modalità verifica apprendimento
L’accertamento dell’effettiva acquisizione dei risultati dell’apprendimento è fatta mediante una prova finale orale che si compone di 5 domande base. La prima richiede allo studente di illustrare un
argomento a scelta allo scopo di verificare le sue capacità di trattazione orale. Le altre entrano nel merito delle
conoscenze di base della materia e della loro applicazione alle scienze della terra. Per la preparazione dell'esame è indispensabile un consistente studio individuale volto alla determinazione di campioni di fossili e rocce organogene da svolgersi presso il Laboratorio Didattico di Paleontologia (Dipartimento di Scienze della Terra e dell'Ambiente - Via Ferrata 1, aperto tutti i giorni dalle 14.00 alle 16.00), perchè la descrizione e il riconoscimento di tali campioni è un requisito indispensabile al superamento dell'esame.
Altre informazioni
L’accertamento dell’effettiva acquisizione dei risultati dell’apprendimento è fatta mediante una prova finale orale che si compone di 5 domande base. La prima richiede allo studente di illustrare un
argomento a scelta allo scopo di verificare le sue capacità di trattazione orale. Le altre entrano nel merito delle
conoscenze di base della materia e della loro applicazione alle scienze della terra. Per la preparazione dell'esame è indispensabile un consistente studio individuale volto alla determinazione di campioni di fossili e rocce organogene da svolgersi presso il Laboratorio Didattico di Paleontologia (Dipartimento di Scienze della Terra e dell'Ambiente - Via Ferrata 1, aperto tutti i giorni dalle 14.00 alle 16.00), perchè la descrizione e il riconoscimento di tali campioni è un requisito indispensabile al superamento dell'esame.