FISICA SPERIMENTALE (COGNOMI A-K)
2017/2018
2017/2018
DM270
FIS/01 (FISICA SPERIMENTALE)
DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA E BIOTECNOLOGIE "LAZZARO SPALLANZANI"
BIOTECNOLOGIE
PERCORSO COMUNE
SECONDO SEMESTRE (01/03/2018 - 14/06/2018)
6
52 ore di attività frontale
Italiano
BALLARINI FRANCESCA - 6 CFU
Lo studente deve essere in possesso dei principali concetti trattati nell'insegnamento di Matematica del I semestre, con particolare attenzione al calcolo vettoriale e a limiti, derivate e integrali di funzioni in una variabile
Fornire allo studente una formazione di base nell’ambito della fisica classica con accenni alla fisica moderna e ad alcune applicazioni di biofisica, utili nell’apprendimento di altre discipline e alla comprensione dei fenomeni naturali oggetto di analisi; lo studente acquisirà la capacità di descrivere tali fenomeni con la terminologia e gli strumenti matematici più appropriati.
Grandezze fisiche e sistemi di unità di misura, vettori, moti in una e in più dimensioni, quantità di
moto, leggi di Newton, legge di gravitazione universale, lavoro, energia e potenza, moto circolare,
moto oscillatorio, moto ondulatorio, statica dei fluidi e cenni di dinamica dei fluidi, forze e campi
elettrici, potenziale elettrico, capacità elettrica, corrente elettrica e circuiti a corrente continua ed
alternata, campo magnetico, fornza di Lorentz, induzione magnetica, onde elettromagnetiche, cenni
di termologia e termodinamica, cenni di acustica, ottica ondulatoria e geometrica, cenni di fisica
delle radiazioni ionizzanti e dei loro effetti biologici.
Esercitazioni pratiche
Sono previsti un progetto di tutorato, per la risoluzione guidata di semplici problemi di fisica, e
l’esecuzione di alcune esperienze di laboratorio seguite dalla relativa elaborazione dei dati misurati.
F. Borsa and S. Altieri, Lezioni di Fisica con Laboratorio, Libreria C.L.U. Pavia
D. Scannicchio, Fisica Biomedica, EdiSES
Slides proiettate a lezione
La verifica consiste in una prova scritta suddivisa in 3 parti: 1) quiz tipo vero/falso sulle principali grandezze e leggi fisiche trattate; 2) due-tre esercizi sulla falsariga degli esempi svolti a lezione; 3) due/tre "domande aperte" sui principali argomenti trattati. Il voto ottenuto nella prova scritta tiene conto anche delle relazioni riguardanti le esperienze svolte in laboratorio. Su richiesta dello studente, alla prova scritta puo' seguire una prova orale.