METODI INFORMATICI DELLA FISICA
Stampa
Anno immatricolazione
2017/2018
Anno offerta
2017/2018
Normativa
DM270
SSD
FIS/01 (FISICA SPERIMENTALE)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI FISICA
Corso di studio
FISICA
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Anno di corso
Periodo didattico
Secondo Semestre (01/03/2018 - 15/06/2018)
Crediti
6
Ore
60 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
Italiano
Tipo esame
SCRITTO E ORALE CONGIUNTI
Docente
NEGRI ANDREA (titolare) - 6 CFU
Prerequisiti
Non è richiesto alcun prerequisito.
Obiettivi formativi
Il corso fornisce un'introduzione all'informatica di base ed è finalizzato alle applicazioni tipiche della fisica. Le lezioni, più che essere focalizzate su un determinato linguaggio di programmazione, sono caratterizzate da un approccio pragmatico all'informatica mirato all'insegnamento delle metodologie di apprendimento, alle tecniche di simulazione ed analisi di dati e alle procedure di debugging.
Programma e contenuti
Nella prima parte del corso sono illustrati i principi di funzionamento dei calcolatori, delle loro componenti principali e dei sistemi operativi. In particolare una certa attenzione è dedicata all'introduzione del sistema operativo Linux, ampiamente diffuso in ambito di ricerca, ai comandi unix e agli script di shell utilizzati per l'automatizzazione delle procedure. Sono quindi presentati i concetti base dei linguaggi di programmazione procedurali e di quelli orientati agli oggetti. Come esempio di linguaggio correntemente usato in ambiente di ricerca fisica, viene fornita un'introduzione al linguaggio C++. Ampio spazio è dedicato ad esercitazioni in aula informatica, dove, per esempio, gli studenti sviluppano in C++ la simulazione di un problema tipico di fisica classica utilizzando anche un programma di analisi dati sviluppato al CERN (Root).
Metodi didattici
=
Testi di riferimento
- Dispense e slides del docente
- Un qualsiasi manuale introduttivo al C++, es: http://www.learncpp.com/
- “Programmazione Scientifica”, Barone et al.; Pearson Education
- “Metodi informatici della fisica”, Adele Rimoldi; Pavia University Press
Modalità verifica apprendimento
Prova pratica al calcolatore.
Altre informazioni
Prova pratica al calcolatore.
Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile