LINGUA GIAPPONESE 3
Stampa
Anno immatricolazione
2016/2017
Anno offerta
2016/2017
Normativa
DM270
SSD
L-OR/22 (LINGUE E LETTERATURE DEL GIAPPONE E DELLA COREA)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
Corso di studio
LINGUISTICA TEORICA, APPLICATA E DELLE LINGUE MODERNE
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Corso di studio
Periodo didattico
Primo Semestre (26/09/2016 - 11/01/2017)
Crediti
6
Ore
40 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
ITALIANO/GIAPPONESE
Tipo esame
SCRITTO E ORALE CONGIUNTI
Docente
TADDEI MARCO (titolare) - 6 CFU
Prerequisiti
E'richiesta una conoscenza pregressa della lingua raggiungibile con almeno 80 ore di studio.
Si richiede una frequenza costante sia al corso che alle lezioni di didattica integrativa.
Obiettivi formativi
Lo studente raggiungerà una competenza linguistica A2.2 secondo gli standard della Japan Foundation per l'apprendimento della lingua giapponese. Lo studente sa comunicare in attività semplici e di abitudine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni. Sa descrivere in termini semplici aspetti della sua vita, dell’ambiente circostante; sa esprimere bisogni immediati
Programma e contenuti
Verranno studiati i kanji, il lessico, la grammatica e le strutture realtive a diversi topics ( la mia famiglia, i miei hobby, il tempo e le stagioni, indicazioni stradali, uscire con gli amici, i miei interessi nelle lingue e culture di altri paesi)
Metodi didattici
approccio comunicativo
Testi di riferimento
Marugoto, Shokyuu 1 A2.2, Rikai, Japan Foundation, 2013.
Marugoto, Shokyuu 1 A2.2, Katsudou, Japan Foundation, 2013.
Grammatica di riferimento:
Mastrangelo, Saito, Ozawa, Grammatica Giapponese, Milano, Hoepli, 2009
Modalità verifica apprendimento
L’esame consiste in una prova scritta e in una prova orale. E' possibile sostenere l'orale solo previo superamento dello scritto. Nel caso di gravi insufficienze nella parte scritta o orale, lo studente non potrà ripetere l'esame nell'appello immediatamente successivo.
Altre informazioni
E' necessaria una frequenza costante alle lezioni e alle ore di attività didattica integrativa con il docente madrelingua.