LEGISLAZIONE E DEONTOLOGIA PROFESSIONALE
Stampa
Anno immatricolazione
2016/2017
Anno offerta
2017/2018
Normativa
DM270
SSD
IUS/10 (DIRITTO AMMINISTRATIVO)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA E BIOTECNOLOGIE "LAZZARO SPALLANZANI"
Corso di studio
BIOLOGIA SPERIMENTALE ED APPLICATA
Curriculum
Bioanalisi
Corso di studio
Periodo didattico
Primo Semestre (01/10/2017 - 14/01/2018)
Crediti
3
Ore
24 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
Italiano
Tipo esame
ORALE
Docente
PASTONI FIORENZO (titolare) - 3 CFU
Prerequisiti
La legislazione è stata introdotta dal D.P.R. n. 328/2001 come materia d'Esame di Stato per i biologi. Considerate le competenze che la legge riconosce ai biologi, la conoscenza di materie quali microbiologia, ecologia, biochimica risultano utili per seguire in modo costruttivo il corso.
Obiettivi formativi
Il corso ha lo scopo di fornire agli studenti una buona conoscenza delle leggi che regolamentano la professione di biologo e delle competenze ad essa istituzionalmente riconosciute.
Programma e contenuti
La legislazione professionale del biologo: legge istitutiva e successive modifiche ed integrazioni.
La riforma degli ordinamenti professionali. La legislazione europea ed italiana riguardante i settori del mondo del lavoro nei quali ricadono le competenze del biologo. Sicurezza alimentare, controllo ufficiale ed autocontrollo dei prodotti alimentari. Direttiva n. 89/397/CEE sul controllo ufficiale e Direttiva n. 93/43/CEE sull’autocontrollo. Regolamento Europeo n. 178/2002 che stabilisce i principi ed i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce la Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare. Regolamento Europeo n. 852/2004 sull’igiene dei prodotti alimentari. Regolamento Europeo n. 853/2004. n. 854/2004 e n. 882/2004. Legge n. 166/2016 contro gli sprechi alimentari. Legislazione europea ed italiana concernente sicurezza e tutela della salute nei luoghi di lavoro. Rischio biologico. La Direttiva n. 98/83/CE riguardante la qualità delle acque destinate al consumo umano ed il recepimento nel nostro Paese. D. Lgs. n. 176/2011 riguardante le acque minerali naturali. La legislazione europea ed italiana concernente i prodotti cosmetici. Le decisioni della Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome (17 giugno 2004, 8 luglio 2010, 7 maggio 2015) in materia di criteri di qualità analitica. Il codice deontologico della professione di Biologo. ENPAB e sistema previdenziale contributivo.
Metodi didattici
Lezioni frontali svolte mediante presentazioni (Power point) proiettate su schermo.
Testi di riferimento
Testo di F. Aliberti, M. Guida, F. Pastoni "L'Esame di Stato per Biologi", EdiSES 2015.
Presentazioni fornite dal docente.
Modalità verifica apprendimento
La prova d'esame consiste in un colloquio avente ad oggetto in particolare la legislazione strutturale della professione di biologo e la legislazione europea ed italiana riguardante i settori del mondo del lavoro in cui ricadono le competenze dei biologi.
Altre informazioni
La prova d'esame consiste in un colloquio avente ad oggetto in particolare la legislazione strutturale della professione di biologo e la legislazione europea ed italiana riguardante i settori del mondo del lavoro in cui ricadono le competenze dei biologi.