LABORATORIO DI METODI E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE
2015/2016
2017/2018
DM270
BIO/13 (BIOLOGIA APPLICATA)
DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA E BIOTECNOLOGIE "LAZZARO SPALLANZANI"
SCIENZE BIOLOGICHE
PERCORSO COMUNE
SECONDO SEMESTRE (01/03/2018 - 14/06/2018)
6
72 ore di attività frontale
Italiano
ORALE
ASSINI SILVIA PAOLA (titolare) - 3 CFU
DELLA ROCCA FRANCESCA - 3 CFU
Basi di Botanica sistematica.
Basi di zoologia degli Invertebrati e dei Vertebrati
Basi di biologia della conservazione
Sviluppare la capacità di applicare le metodologie più adeguate in relazione alle problematiche ambientali considerate.
Modulo 1. Il corso intende descrivere alcune metodologie di studio e di valutazione della qualità dell’ambiente, basate sull’uso dei vegetali superiori.
Saranno pertanto sviluppati i metodi relativi a: identificazione dei vegetali superiori (chiavi dicotomiche); analisi fenologiche; indagini floristiche (censimenti floristici); indagini fitosociologiche (rilievi, transetti, quadrati permanenti).
Una parte del corso sarà dedicata all’approfondimento di gruppi di specie vegetali significativi per il loro valore di indicatori ambientali (specie nemorali, specie igrofile e acquatiche, specie endemiche, specie nitrofile, mettallofite, specie invasive).

Modulo 2. Il corso intende descrivere le tecniche di monitoraggio della fauna invertebrata e vertebrata utilizzate per la valutazione della qualità ambientale e per la conservazione di specie protette.
La pianificazione del monitoraggio: dall’elaborazione del protocollo di campionamento fino all’analisi ed elaborazione dei risultati.
Metodi di campionamento degli insetti e relativa preparazione e conservazione dei campioni a secco e in liquido.
Descrizione dei metodi di campionamento di pesci, anfibi, rettili, uccelli e mammiferi.
Riconoscimento dei principali gruppi di vertebrati e invertebrati con osservazione di preparati e di organismi in vivo.
Uso delle chiavi dicotomiche nelle ricerche sistematiche.
Visita ad alcuni musei ed uscite sul campo.
Il corso prevede esercitazioni in laboratorio e uscite sul campo.
Qualsiasi manuale di monitoraggio della fauna, Prevalentemente appunti delle lezioni
e dispense date dall'insegnante in lingia italiana ed inglese

Ubaldi D., 2003. Flora, fitocenosi e ambienti (Elementi di Geobotanica e Fitosociologia). CLUEB, Bologna.
Cristea V., Gafta D., Pedrotti F., 2015. Fitosociologia. TEMI, Trento.
Si richiede la presenza costante al Laboratorio.
Stesura di una relazione su argomento trattato in classe.