RIVELATORI DI PARTICELLE
Stampa
Anno immatricolazione
2013/2014
Anno offerta
2014/2015
Normativa
DM270
SSD
FIS/01 (FISICA SPERIMENTALE)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI FISICA
Corso di studio
SCIENZE FISICHE
Curriculum
FISICA BIOSANITARIA
Anno di corso
Periodo didattico
Secondo Semestre (02/03/2015 - 12/06/2015)
Crediti
6
Ore
48 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
Italiano, English-friendly
Tipo esame
ORALE
Docente
LIVAN MICHELE (titolare) - 6 CFU
Prerequisiti
Concetti base di Elettromagnetismo, meccanica quantistica e statistica
Obiettivi formativi
Comprensione dei processi di interazione radiazione-materia e dei principi fisici su cui si basa la rivelazione delle radiazioni
Programma e contenuti
Dopo una introduzione alla radioattività ed alle sorgenti radioattive, si passa allo studio dei processi di interazione radiazione-materia per particelle cariche e neutre. Vengono poi descritte le caratteristiche principali dei rivelatori per passare successivamente allo studio dei meccanismi fisici di funzionamento delle due classi principali di rivelatori: i rivelatori a ionizzazione e quelli a scintillazione. Si passa quindi alla descrizione di sistemi di rivelazione quali l’identificazione di particelle e, in notevole dettaglio, la calorimetria elettromagnetica ed adronica.
Metodi didattici
=
Testi di riferimento
W.R. Leo, Techniques for Nuclear and Particle Physics Experiments. Springer- Verlag
K. Kleiinknecht, Detectors for particle radiation
G. Gaudio, M. Livan, R. Wigmans The art of Calorimetry. Proceedings of the International School of Physics “Enrico Fermi”, Course CLXXV “radiation and Particle Detectors” (IOS Amsterdam; SIF, Bologna)
Modalità verifica apprendimento
Esame orale. L’attenzione verrà posta principalmente sulla fisica della rivelazione di radiazioni
Altre informazioni
Esame orale. L’attenzione verrà posta principalmente sulla fisica della rivelazione di radiazioni
Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile