NEUROGENESI E NEUROMORFOLOGIA COMPARATA
Stampa
Anno immatricolazione
2019/2020
Anno offerta
2019/2020
Normativa
DM270
SSD
BIO/06 (ANATOMIA COMPARATA E CITOLOGIA)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA E BIOTECNOLOGIE "LAZZARO SPALLANZANI"
Corso di studio
NEUROBIOLOGIA
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Anno di corso
Periodo didattico
Primo Semestre (01/10/2019 - 14/01/2020)
Crediti
9
Ore
80 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
Italiano
Tipo esame
ORALE
Docente
RODA ELISA (titolare) - 7 CFU
GARAGNA SILVIA - 1 CFU
ZUCCOTTI MAURIZIO - 1 CFU
Prerequisiti
E' necessaria una conoscenza adeguata della biologia cellulare e anatomia comparata.
Obiettivi formativi
Il corso fornirà conoscenze sul concetto di staminalità e la sua regolazione epigenetica; sull'origine delle cellule staminali anche attraverso tecniche di riprogrammazione cellulare, utili alla comprensione dello sviluppo del sistema nervoso centrale e della sua morfologia. Particolare riguardo verrà rivolto alla neurogenesi adulta, anche in relazione alla complessità architetturale delle aree encefaliche nei mammiferi.
Programma e contenuti
Parte 1. Dopo un'introduzione sulle tecniche di studio della struttura e delle funzioni cellulari e delle vie di comunicazione, verrà approfondito il concetto di staminalità e verranno descritti i meccanismi epigenetici della sua regolazione.
Parte 2. Verranno esaminate: le diverse tipologie di cellule staminali e le loro fonti; la derivazione di cellule staminali pluripotenti e la riprogrammazione di cellule terminalmente differenziate; la formazione dei territori embrionali verso la neurulazione.
Parte 3. Gli argomenti trattati riguardano: Ontogenesi del SNC nei Vertebrati: aspetti morfologici e molecolari. Induzione e formazione del tubo neurale; vescicole encefaliche; neuromeri. Neurogenesi comparata nella parete ventricolare: proliferazione, migrazione e differenziamento. Sviluppo delle aree corticali; genesi delle connessioni ed eliminazione di cellule e sinapsi. Neurogenesi adulta e cellule staminali: aree neurogeniche costitutive e marcatori molecolari. Rassegna della recente letteratura in argomento.
Parte 4. Il corso descrive l'evoluzione del SNC nei Vertebrati: anatomia, citoarchitettura e aspetti funzionali, con particolare attenzione alle modificazioni di archi-, paleo-, neo-corteccia cerebrale e cerebellare; evoluzione dei macro e microcircuiti encefalici. Livelli organizzativi e citoarchitettura del sistema nervoso negli Invertebrati.
Vengono contemporaneamente illustrate le principali tecniche cellulari, morfologiche e morfofunzionali applicabili in ambito neurobiologico, con numerose dimostrazioni in laboratorio. In particolare, vengono trattate le seguenti metodologie: tecniche cellulari di interesse neurobiologico: colture di linee cellulari (tumori di origine gliale e neuroblastomi); tecniche microscopiche avanzate (microscopia in fluorescenza, microscopia confocale, microscopia elettronica); tecniche immunocitochimiche e biomolecolari su cellule e tessuto nervoso.
Metodi didattici
Parte 1 e Parte 2: Lezioni frontali

Parte 3 e Parte 4: Lezioni frontali ed esercitazioni pratiche
Testi di riferimento
Parte 1 e Parte 2: i docenti renderanno disponibili le diapositive impiegate a lezione e forniranno materiale bibliografico.

Parte 3 e Parte 4:
-Materiale bibliografico fornito dalla docente.
-Testo consigliato: "Lo sviluppo del Sistema Nervoso" Sanes D.H. et al., Zanichelli Ed.
Modalità verifica apprendimento
Parte 1 e Parte 2: esame scritto congiunto a domande aperte sui contenuti delle due parti.

Parte 3 e 4: Esame Orale

Durante l’esame si valuterà come lo studente ha integrato le conoscenze acquisite nelle parti in cui si articola il corso e quindi il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi.

Il voto finale sarà la media ponderata del voto ottenuto nella prova delle parti 1 e 2 con il voto ottenuto nella prova delle parti 3 e 4.
Altre informazioni
Parte 1 e Parte 2: esame scritto congiunto a domande aperte sui contenuti delle due parti.

Parte 3 e 4: Esame Orale

Durante l’esame si valuterà come lo studente ha integrato le conoscenze acquisite nelle parti in cui si articola il corso e quindi il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi.

Il voto finale sarà la media ponderata del voto ottenuto nella prova delle parti 1 e 2 con il voto ottenuto nella prova delle parti 3 e 4.