ZOOLOGIA APPLICATA
Stampa
Anno immatricolazione
2019/2020
Anno offerta
2021/2022
Normativa
DM270
SSD
BIO/05 (ZOOLOGIA)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA E BIOTECNOLOGIE "LAZZARO SPALLANZANI"
Corso di studio
SCIENZE BIOLOGICHE
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Anno di corso
Periodo didattico
Primo Semestre (01/10/2021 - 14/01/2022)
Crediti
6
Ore
48 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
Italiano
Tipo esame
SCRITTO
Docente
GOMULSKI LUDVIK MARCUS (titolare) - 6 CFU
Prerequisiti
Agli studenti di questo corso è richiesto il possesso o l’acquisizione di un’adeguata preparazione iniziale in merito alle seguenti conoscenze: Zoologia Generale, Biologia.
Obiettivi formativi
Conoscere e comprendere i diversi aspetti applicativi in ambito zoologico, in particolare delle specie di insetti sia di importanza sanitario ed agrario e zootecnico
Programma e contenuti
Il corso tratta il gruppo di animali più diversificato e importante: gli insetti. Il corso considera gli aspetti morfologici, fisiologici e comportamentali degli insetti. Considera anche la loro importanza come organismi benefici e nocivi e i diversi metodi che possono essere utilizzati per il controllo delle loro popolazioni.

ntroduzione

L'integumento

Il capo, apparato boccale e adattamenti al tipo di alimentazione

Il torace e volo

L'addome

Il sistema nervoso, il sistema endocrino e il sistema circolatorio

Il sistema respiratorio

Digestione e il sistema escretore. Gli organi della riproduzione

Visione; Percezione di stimuli tattili

Produzione di suoni e termorecezione

Termoregulazione e Chemorecezione

Feromoni e semiochimici

Bioluminescenza e Riproduzione

Selezione sessuale e Doni nuziali

Competizione spermatica; Strategie reproduttive: oviparità

Strategie reproduttive: viviparità; Modalità riproduttive atipiche: partenogenesi, pedogenesi, neotenia, ermafroditismo e poliembrionia

Sviluppo e cicli biologici

Metamorfosi e la muta

Tolleranza al freddo, calore e alle condizioni aride. Stima dell'età

Entomologia Medica e Veterinaria; Malaria

Entomologia Medica e Veterinaria; Arbovirus, Tifo, La Peste, Morbo di Chagas, Trypanosomiasis

Entomologia forense; Controllo delle specie dannose: il control chimico

Controllo delle specie dannose: controllo biologico, la conservazione, nemici naturali, microbi, funghi, batteri, virus

Controllo delle specie dannose: feromoni e altri sostanze attrattive per monitoraggio, attrazione- distruzione, richiamo ed uccisione e disturbo dell’accoppiamento; Sterile Insect Technique
Metodi didattici
Lezioni frontali
Testi di riferimento
Materiale e pubblicazioni forniti durante il corso.
Lineamenti di Entomologia, Gullan PJ & Cranston PS (2006). Zanichelli
Modalità verifica apprendimento
L'esame consiste in una prova scritta, volta ad accertare le competenze acquisite in relazione ai contenuti del corso. L'esame verte su almeno quattro distinti argomenti attinenti trattati durante il corso. La valutazione finale si basa sul grado di approfondimento e comprensione degli argomenti presentati e sulla capacità di integrare le conoscenze acquisite durante il corso.
Altre informazioni
L'esame consiste in una prova scritta, volta ad accertare le competenze acquisite in relazione ai contenuti del corso. L'esame verte su almeno quattro distinti argomenti attinenti trattati durante il corso. La valutazione finale si basa sul grado di approfondimento e comprensione degli argomenti presentati e sulla capacità di integrare le conoscenze acquisite durante il corso.
Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
15 Life on Land
Gli obiettivi