STORIA ANTICA
Stampa
Anno immatricolazione
2018/2019
Anno offerta
2019/2020
Normativa
DM270
SSD
L-ANT/02 (STORIA GRECA)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI MUSICOLOGIA E BENI CULTURALI
Corso di studio
SCIENZE LETTERARIE E DEI BENI CULTURALI
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Anno di corso
Periodo didattico
Secondo Semestre (24/02/2020 - 09/06/2020)
Crediti
12
Ore
72 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
Italiano
Tipo esame
ORALE
Docente
PORCIANI LEONE (titolare) - 12 CFU
Prerequisiti
Sono richieste capacità e abilità medie di comprensione di testi complessi, quali sono normalmente fornite dalla scuola media superiore. Tutti i concetti fondamentali, comprese le nozioni di periodizzazione storica o di età antica, saranno esposti a lezione. Utile e apprezzata, ma non indispensabile, la conoscenza delle lingue classiche.
Obiettivi formativi
Il corso fornisce gli strumenti per la conoscenza della storia e della civiltà greca e romana, a partire dalle più antiche attestazioni sino alla fine dell’evo antico, con riferimento a tutte le regioni ellenizzate e all'insieme del mondo romano nel suo divenire storico. Particolare attenzione è riservata alla storia della storiografia e alle metodologie della ricerca, anche tramite il concreto approfondimento di temi specifici ma rilevanti. Lo studente potrà altresì acquisire i necessari elementi di epigrafia e esegesi delle fonti; al termine del corso avrà sviluppato la capacità di discutere criticamente problematiche storiche relative a varie fasi del mondo antico e, più in generale, a collegarle con problematiche di altre età, inclusa quella contemporanea, sempre nel rispetto della specificità di ogni momento storico.
Programma e contenuti
Identità e politica nel mondo antico (Grecia e Roma): modi di appartenenza, formazione di comunità e identità collettive, relazioni tra culture. Oltre a seguire il filo conduttore del corso, il docente ha cura di chiarire anche le principali linee di sviluppo della storia antica e tratta in maniera analitica alcuni argomenti di particolare complessità; lo studente viene in tal modo avviato alla preparazione della parte istituzionale.
Metodi didattici
Lezioni frontali a cura del docente, con il coinvolgimento degli studenti nella discussione di problematiche storiche di particolare rilievo e degli aspetti metodologici che emergono dall'analisi dei testi svolta in aula dal docente, in armonia con la finalità generale del corso che è quella di attivare e sollecitare la consapevolezza critica dello studente.
Testi di riferimento
Per la preparazione di base (parte istituzionale) è previsto lo studio dei seguenti manuali:
– M. BETTALLI, A.L. D’AGATA, A. MAGNETTO, Storia greca, 2. ed., Roma, Carocci, 2013.
– G. GERACI, A. MARCONE, Storia romana, 4. ed., Milano, Mondadori Education 2016 (anche in edizione digitale; la 4. ed., consigliata, è diversa dall'editio maior della stessa opera, come sarà spiegato a lezione). Alcune alternative saranno indicate a lezione.
Per quanto riguarda i testi antichi, si richiede la lettura in traduzione italiana del settimo libro di Erodoto. Si può far riferimento a una recente edizione di facile reperibilità:
– ERODOTO, Le Storie. Libro VII: Serse e Leonida, a cura di A. Corcella e P. Vannicelli, trad. di G. Nenci, Milano, Fondazione Lorenzo Valla - Mondadori, 2017.
Lo studente leggerà infine una delle seguenti opere:
– F. DE POLIGNAC, La nascita della città greca. Culti, spazio e società nei secoli VIII e VII a.C., trad. it., Milano, Jaca Book, 1991.
– Storia di Roma, a cura di A. Giardina e A. Schiavone, Torino, Einaudi, 1999 (almeno sei dei saggi di cui si compone il volume, come sarà chiarito a lezione).
Modalità verifica apprendimento
Prova orale consistente in 3-5 domande distribuite tra appunti delle lezioni, manuali di storia greca e romana, saggi moderni e testi storici antichi (una articolazione che si riflette chiaramente anche nella struttura del programma). Durante l'interrogazione particolare cura è posta nel verificare l'acquisizione da parte dello studente delle attese capacità di analizzare testi di tipo storico, di discutere criticamente alcune grandi problematiche, di attingere ad aggiornate metodologie storiografiche, in armonia con le finalità generali del corso e con i metodi didattici prescelti.
Altre informazioni
I non frequentanti avranno cura di contattare per tempo il docente.