STORIA DELLA MUSICA 2 (MODULO B)
Stampa
Anno immatricolazione
2018/2019
Anno offerta
2019/2020
Normativa
DM270
SSD
L-ART/07 (MUSICOLOGIA E STORIA DELLA MUSICA)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI MUSICOLOGIA E BENI CULTURALI
Corso di studio
MUSICOLOGIA
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Anno di corso
Periodo didattico
Annualità Singola (23/09/2019 - 09/06/2020)
Crediti
6
Ore
36 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
ITALIANO
Tipo esame
ORALE
Docente
DELLA SETA FABRIZIO EMANUELE (titolare) - 6 CFU
Prerequisiti
È presupposta una buona preparazione generale, al livello finale della scuola secondaria superiore, nei campi della storia moderna e contemporanea, della letteratura e del pensiero filosofico.
È altresì presupposto il possesso dei fondamenti del linguaggio musicale tonale, ottenuto tramite la frequenza dei corsi di armonia e analisi impartiti nel triennio, studi in conservatorio o letture personali.
Obiettivi formativi
Fornisce gli strumenti per comprendere tecniche, stili e generi della musica nella società e nella cultura occidentali dall'età di Beethoven ad oggi.
Programma e contenuti
Capolavori musicali di quattro secoli - parte seconda
A metà strada tra il corso monografico e l’esposizione manualistica di tutto l’arco cronologico, il corso propone “letture” di capolavori musicali che coprono il periodo storico del XIX e XX secolo. Di ciascuno saranno presentati i dati storici essenziali, aggiornati alla luce delle ricerche più recenti; saranno commentate (dal punto di vista linguistico e storico-culturale) le pagine più significative; saranno messi in evidenza i rapporti con altre composizioni precedenti, contemporanee e successive.
Le opere prescelte sono:
1. Franz Schubert, Lieder D 957 su testi di L. Rellstab, Heinrich Heine e Johann Gabriel Seidl (1828), pubblicati col titolo Der Schwanengesang (1829).
2. Robert Schumann, Fantasie in Do maggiore per pianoforte op. 17 (1839).
3. Giuseppe Verdi, Falstaff, commedia lirica di Arrigo Boito (1893).
4. Goffredo Petrassi, Coro di morti, madrigale drammatico per coro e strumenti su testo di Giacomo Leopardi (1940-1).
5. Luigi Dallapiccola, Canti di prigionia per coro e strumenti su testi di Maria Stuart, Severino Boezio, Girolamo Savonarola (1940-41).
Durante le lezioni saranno fornite indicazioni sulle registrazioni e sulle edizioni di riferimento, nonché informazioni bibliografiche di base su ciascuna delle opere trattate.
La Biblioteca del Dipartimento dispone di edizioni scientifiche e correnti e di registrazioni audio-video delle opere trattate, nonché di facsimili delle fonti originali di alcune di esse. Partiture antiche e moderne (non coperte da copyright) possono essere reperite nel sito International Music Score Library Project / Petrucci Music Library (www.imslp.org).
Partiture e testi saranno messi a disposizione anche nella piattaforma Kyro nei limiti consentiti dalla normativa.
Metodi didattici
Lezioni frontali (36 ore), comprendenti ascolti commentati.
Testi di riferimento
a. Studenti frequentanti (che abbiano seguito almeno 4/5 delle lezioni)

Lo studente dovrà dimostrare la conoscenza della storia della musica dei sec. XIX-XX, sulla base di:

1) Musiche nella storia. Dall’età di Dante alla Grande Guerra, a cura di Andrea Chegai, Franco Piperno, Antonio Rostagno ed Emanuele Senici, Roma, Carocci, 2017, Capitoli 9-13.
2) ascolto approfondito delle composizioni commentate durante il corso, accompagnato dalla lettura delle relative partiture e con l’ausilio degli approfondimenti bibliografici suggeriti dal docente.


b. Studenti non frequentanti

Lo studente dovrà dimostrare la conoscenza della storia della musica dei sec. XIX-XX, sulla base di:

1) M. CARROZZO - C. CIMAGALLI, Storia della musica occidentale, vol. 3, Roma, Armando, 1999 (e successive ristampe);
2) ascolto e lettura delle partiture delle composizioni commentate in ciascun capitolo del manuale, che possono essere sostituite da altre composizioni a scelta dello studente, purché di eguale rilevanza storica e artistica (per es.: di Beethoven una sinfonia o una sonata invece del Quartetto op. 132; di Verdi un’opera diversa dal Rigoletto ecc.).

Suggerimenti di lettura (per tutti)
Come ausilio alla preparazione possono essere utili i seguenti strumenti:
– Breve lessico musicale, a cura di F. Della Seta e del Dottorato di ricerca in Musicologia dell’Università di Pavia, Roma, Carocci, 2009;
– Le parole del teatro musicale, a cura di F. Della Seta e del Dottorato di ricerca in Musicologia dell’Università di Pavia, Roma, Carocci, 2010;
– Gli strumenti musicali, a cura di F. Della Seta e del Dottorato di ricerca in Musicologia dell’Università di Pavia, Roma, Carocci, 2011.
Modalità verifica apprendimento
Esame orale. Sarà verificata la capacità di fornire un inquadramento storico delle composizioni discusse a lezione (studenti frequentanti) o di quelle prescelte per gli approfondimenti (studenti non frequentanti) e di discutere le principali caratteristiche stilistiche di esse, sulla base delle partiture che si raccomanda di portare con sé all'esame.
Altre informazioni
I moduli A (prof.ssa Rovelli) e B (prof. Della Seta) costituiscono un unico corso con esame finale unico. È possibile sostenere separatamente gli esami relativi a ciascun modulo purché in appelli consecutivi.