ESTETICA MUSICALE 1
Stampa
Anno immatricolazione
2017/2018
Anno offerta
2019/2020
Normativa
DM270
SSD
L-ART/07 (MUSICOLOGIA E STORIA DELLA MUSICA)
Dipartimento
DIPARTIMENTO DI MUSICOLOGIA E BENI CULTURALI
Corso di studio
MUSICOLOGIA
Curriculum
PERCORSO COMUNE
Anno di corso
Periodo didattico
Primo Semestre (23/09/2019 - 15/01/2020)
Crediti
6
Ore
36 ore di attività frontale
Lingua insegnamento
Italiano
Tipo esame
ORALE
Docente
GARDA MICHELA (titolare) - 6 CFU
Prerequisiti
E’ presupposta una buona preparazione generale in ambito filosofico e storico a livello della scuola secondaria superiore acquisita nel percorso scolastico oppure tramite letture personali.
Obiettivi formativi
I principali obiettivi formativi del corso sono:
• introdurre lo studente alla conoscenza della storia dei concetti fondamentali dell’estetica musicale moderna per sviluppare la capacità di comprensione di riflessioni estetiche sulla musica e in generale approfondire la consapevolezza della funzione estetica della musica;
• impiegare in maniera autonoma e consapevole gli strumenti concettuali acquisiti per elaborare discorsi e testi sulla funzione estetica della musica;
• migliorare le capacità comunicative padroneggiando termini specifici alla disciplina e consapevolezza della dimensione storica del discorso;
• promuovere le capacità di leggere e comprendere in maniera autonoma un manuale di estetica musicale e testi di letteratura secondaria inerenti alla disciplina.
Programma e contenuti
Prospettive di storia dell’estetica musicale.
Il corso si propone di offrire alcune prospettive di storia dell’estetica musicale dal Settecento a oggi attraverso la lettura e il commento di passi d’autore. Si approfondiranno tre temi chiave: le diverse concettualizzazioni storiche della relazione tra musica ed emozioni; la riflessione circa somiglianze e differenze tra musica e linguaggio e infine la discussione sul senso e significato della musica.
Metodi didattici
Lezioni frontali
Testi di riferimento
– M. GARDA, L’estetica musicale nel Novecento. Tendenze e problemi, Roma, Carocci, 2007.
È inoltre suggerita la lettura di uno dei seguenti testi:
– E. LIPPMAN, A History of Western Musical Aesthetics, London-Lincoln, University of Nebraska Press, 1992.
– R. MARTINELLI, I filosofi e la musica, Bologna, Il Mulino, 2012.
Modalità verifica apprendimento
L’esame consiste in una prova orale individuale per accertare il conseguimento degli obiettivi formativi dell’insegnamento. Oggetto dell’esame sono i contenuti dei testi di riferimento e, limitatamente agli studenti frequentanti, i contenuti delle lezioni frontali. La valutazione finale si basa sul grado di approfondimento e comprensione degli argomenti presentati e sulla capacità di integrare le conoscenze acquisite durante il corso.
Altre informazioni
AVVERTENZE
Gli studenti non frequentanti dovranno contattare la docente per definire il programma.