STATISTICA MEDICA E BIOMETRIA
2018/2019
2018/2019
DM270
MED/01 (STATISTICA MEDICA)
DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL SISTEMA NERVOSO E DEL COMPORTAMENTO
TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA)
PERCORSO COMUNE
PRIMO SEMESTRE (01/10/2018 - 11/01/2019)
2
16 ore di attività frontale
Italiano
ORALE
VILLANI SIMONA (titolare) - 2 CFU
Il corso fa parte della formazione di base degli studenti, insieme a Fisica ed è propedeutico alle lezioni e alle attività in ambito Tecnico Sanitario. Per seguire meglio il corso, lo studente deve avere una conoscenza di base della matematica del programma delle scuole superiori con indirizzo scientifico, in particolare licei.
È prerequisito per il corso di Statistica per la ricerca sperimentale e tecnologica.
Il corso Statistica medica e biometria si propone di fornire i principi metodologici di base per un approccio scientifico agli studi in campo sanitario. Costituisce il primo gradino nelle conoscenze che un operatore nel campo sanitario deve avere affinché la ricerca scientifica svolta sia correttamente impostata e valutata.
Nel dettaglio il corso vuole sviluppare nello studente le conoscenze teorico-pratiche delle più frequenti metodologie statistiche descrittive (conoscenza e capacità di comprensione), nonché la capacità di applicare correttamente tali conoscenze sia a nuove situazioni sperimentali che a studi di ricerca pubblicati (capacità di applicare conoscenza e comprensione).
Al termine del corso lo studente sarà in grado di utilizzare i principali strumenti pianificazione degli studi e di analisi statistica di base sui dati; interpretare in modo consapevole e critico i risultati di un’analisi statistica; comunicare in modo pertinente quanto emerse; comprendere le evidenze pubblicate e saper valutare in modo critico quanto esistente in relazione al proprio contesto lavorativo.
Il ragionamento scientifico alla base della ricerca.
Concetto di variabilità,
Pianificazione di una ricerca. Il protocollo della ricerca:
- popolazione e campione, tipi di campionamento (non probabilistico e probabilistico); cenni alla dimensione campionaria,
- tipi di disegno dello studio: Epidemiologico sperimentale e osservazionale
- Scheda di raccolta dei dati.
Organizzazione dei dati: il database e il dataset.
L’analisi e l’interpretazione dei dati
La statistica descrittiva
- Metodi di analisi dei dati. Concetto di Unità statistica e variabile. Le frequenze per le variabili qualitative. Le distribuzioni per le variabili quantitative e rappresentazioni grafiche
- Le misure di posizione: media, moda, mediana, centili
- Le misure di dispersione: range, varianza, deviazione standard, coefficiente di variazione.
- Le misure di forma (cenni): indici di asimmetria e di curtosi
- La distribuzione Normale
- La relazione fra 2 variabili quantitative: il coefficiente di correlazione lineare di Pearson
- La regressione lineare semplice (cenni)
Il corso è organizzato in lezioni frontali ed esercitazioni pratiche. Con approccio problem solving si affronteranno gli elementi fondamentali della Statistica Medica e Biometria.
Le esercitazioni pratiche non mirano tanto all’applicazione dei concetti teorici presentati su set di dati sperimentali, quanto all’interpretazione/comprensione delle evidenze scientifiche derivanti da una corretta applicazione delle tecniche di statistica medica.
- Lantieri P, Risso D, Ravera G. Statistica medica per le professioni sanitarie. McGraw-Hill.
- Triola, Triola. Fondamenti di Statistica per le discipline biomediche. Pearson, 2017
- MC Whitlock, D Schluter. ANALISI STATISTICA DEI DATI BIOLOGICI.
Zanichelli.
- Swinscow & Campbell. Le basi della Statistica per le Scienze bio-mediche. X Edizione. Minerva Medica

Qualsiasi testo di Statistica Medica può essere utilizzato.
Verrà messa a disposizione una dispensa di sintesi delle lezioni frontali sulla piattaforma Kiro
La prova d'esame sarà scritta con approccio problem solving e integrata con quella del corso di Statistica per la ricerca Sperimentale e Tecnologica. Lo studente lo studente deve dimostrare non solo di saper conoscere e applicare le tecniche di analisi corrette (conoscenza e abilità), ma di saper interpretare i risultati ottenuti e comunicare in modo scientificamente corretto le evidenze riscontrate (competenza). Sono inoltre previsti 3 quesiti a risposte chiuse.
Il docente riceve solo su appuntamento (Dip.to Sanità Pubblica, Medicina Sperimentale e Forense, U.O. di Biostatistica e Epidemiologia Clinica, Via Forlanini 2, e-mail: svillani@unipv.it ), di norma il martedì.