MEDICINA LEGALE E CHIMICA TOSSICOLOGICA FORENSE
2016/2017
2018/2019
DM270
MED/43 (MEDICINA LEGALE)
DIPARTIMENTO DI MEDICINA MOLECOLARE
TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI LABORATORIO BIOMEDICO)
PERCORSO COMUNE
PRIMO SEMESTRE (01/10/2018 - 11/01/2019)
2
16 ore di attività frontale
ITALIANO
ORALE
PREVIDERE' CARLO (titolare) - 1 CFU
GROPPI ANGELO - 1 CFU
Agli studenti è richiesta l'acquisizione di una adeguata conoscenza iniziale in merito alla chimica e alla genetica
Il corso si propone, in via prioritaria, di somministrare le basi teoriche e laboratoristiche per la corretta esecuzione di analisi chimico-tossicologiche e genetico forensi dotate di valenza medico legale con particolare riferimento alle indagini da condurre in merito alla ricerca di veleni organici volatili e non volatili in materiale biologico ed in reperti merceologici, nonchè alla caratterizzazione genetica di tracce biologiche repertate nell'ambito di indagini giudiziarie o alla definizione della paternità biologica. Si vogliono portare a conoscenza dello studente le operazioni di prelievo e analisi del campione biologico chiamato in causa, perseguendo gli obiettivi della specificità assoluta del dato per giungere alla corretta interpretazione dei risultati ottenuti in risposta ai quesiti posti, in primis, dalla Magistratura.
Il programma prevede lezioni/lavoro di laboratorio inerenti alle disciplina tossicologico-forense e genetico- forense ed in particolare:
Introduzione alla TOSSICOLOGIA FORENSE e suoi ambiti applicativi.
Significato del dato chimico-tossicologico in termini di sensibilità, selettività, accuratezza e precisione e sua valenza in campo amministrativo e medico legale. Acquisizione del dato di laboratorio: descrizione dei principali procedimenti di estrazione/purificazione (estrazione liquido-liquido, estrazione in fase solida, analisi dello spazio di testa); illustrazione delle principali tecniche di separazione cromatografica (gascromatografia, cromatografia liquida ad alta pressione) accoppiate a metodiche di rivelazione allo stato dell’arte (rivelazione spettrometrica di massa a singolo quadrupolo, rivelazione spettrometrica di massa tandem). Ampia dimostrazione laboratoristica delle opportunità offerte dalle tecniche cromatografiche con rivelazione di massa appena riportate in termini di analisi quali-quantitativa di veleni organici volatili e non volatili con particolare riferimento a campioni biologici provenienti da vivente e da cadavere;
Legislazione tossicologica inerente le fattispecie considerate.
Per quanto riguarda la GENETICA FORENSE l'attività verterà alla descrizione delle procedure di prelievo ed analisi di tracce biologiche acquisite nell'ambito del sopralluogo giudiziario, alla successiva determinazione della loro natura biologica ed alla definizione del corrispondente profilo genetico.
Verranno descritte le modalità di esecuzione delle indagini di paternità e di parentela.
Il corso è organizzato in lezioni frontali che sono esercitate anche sotto il profilo teorico- pratico nell'ambito dell'attività laboartoristica.
1)Elisabetta Bertol - ANALITICA TOSSICOLOGICA - Aspetti tecnici, interpretativi, giuridici e deontologici. I Edizione, 2011. Società Editrice Esculapio. Acquistabile on-line al prezzo di euro 23,00
2)Ricci Ugo, Previderè Carlo, Fattorini Paolo, Corradi Fabio -LA PROVA DEL DNA PER LA RICERCA DELLA VERITA' - Giuffrè Ed. 2006
Esame orale
Verrà prodotta una votazione media sulla base di quanto registrato per le due fattispecie oggetto di insegnamento